Danni da rumore

L’orecchio, un organo sensibilissimo, ma nel tempo stesso vulnerabile. Per renderci conto del perfetto funzionamento dell’udito basta guardare :

 

·All’immenso campo dinamico uditivo che si estende dalla soglia uditiva alla soglia dolore,

 

·Alla vasta ampiezza delle frequenze che va da 16 Hz a 16-20 KHz, a seconda dell’età,

 

·Anche a confronto con la più sofisticata tecnologia è la capacità selettiva dell’udito che ci permette di riconoscere, persino al telefono, una persona dal timbro della voce, oppure  distinguere un singolo strumento in un’intera orchestra e a seguirne la melodia.

 

Il sistema uditivo non può realizzare exploit del genere senza un adeguato consumo di energia.

Ciò vale, in particolare per le cellule sensoriali ( le cellule ciliate) ; il fabbisogno di energia dipende dall’energia sonora che invade l’orecchio interno.

Il rifornimento di energia delle cellule ciliate acustiche, però, non è affatto adeguato ai livelli sonori cui siamo oggigiorno esposti,; a macchine, amplificatori, altoparlanti o cuffie l’udito non si è ancora adattato.

Danni da rumore: come si produce e quali accorgimenti posso adottare?     scarica PDF

Danni da rumore.pdf
Documento Adobe Acrobat [193.0 KB]

HOME

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© AUDIRE di Angiola Scibona Via Franchino Gaffurio 42 26900 LODI Partita IVA: 08827760151

Chiama

E-mail

Come arrivare