Ipoacusie percettive o neurosensoriali

In queste ipoacusie i suoni non stimolano il nervo acustico in modo normale. Solitamente sono danneggiate le cellule ciliate contenute nella coclea,  sensibili a varie condizioni, come l’età il rumore ambientale, l’assunzione di farmaci ototossici. Altre cause possono essere ereditarie, altre legate all'avanzare dell'età.

Anche la via di trasmissione dell'informazione sonora al cervello, il nervo acustico, può subire vere e proprie lesioni, distinguiamo in questo caso le sordità neurosensoriali di tipo retrococleare, a differenza delle prime definite cocleari.

 

In queste ipoacusie sono interessate le frequenze più acute, per questo risulta difficile discriminare fonemi ad alta frequenza come "S", "F", "SC" e "T", fonemi che per altro hanno un ruolo decisivo nella comprensione del parlato. 



La tipica affermazione di chi è colpito da questo tipo di ipoacusia è :

"Riesco a sentire, ma non capisco"

Coclea e nervo acustico

Cellule ciliate interne ed esterne

HOME

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© AUDIRE di Angiola Scibona Via Franchino Gaffurio 42 26900 LODI Partita IVA: 08827760151

Chiama

E-mail

Come arrivare